Storie per bambini

ARCHIVIO 2023

Nonno noce racconta

"Io sono sempre stato qui. Ero una piantina appena nata quando hanno costruito l'asilo.

Da cent'anni vedo qui sotto giocare i bimbi. 

Volete sapere com'erano e cosa facevano i bimbi di una volta?"


Qui puoi vedere la storia di nonno noce, illustrata dalle foto dell'evento

"Voi, bambini ed alberelli, siete le nostre speranze proiettate nel futuro"


16 marzo 2024, nonno noce

Il passaggio dei Re Magi

I tre Re Magi sono in viaggio con i loro cammelli.
Viaggiano di notte, perché seguono la direzione indicata da una stella.

Sono tre Re Magi vecchi e saggi. Sanno che i bambini di oggi sono le donne e gli uomini del domani, in essi ripongono le loro speranze. Viaggiano per andare a trovare i più piccoli, portando loro gli auguri di buona vita e i regali di buona fortuna. 


I tre Re Magi vengono dall’Oriente. I loro cammelli sono allenati per cavalcare nel deserto di sabbia e sulle colline rocciose, ma  scivolano sull’asfalto e inciampano nei sentieri del bosco. La stella indica loro la direzione, ma è visibile solo quando il cielo è sereno.
In una notte si alza una tempesta di sabbia e la stella non si vede più.


Cammina, cammina, i tre Re Magi si ritrovano in una tempesta di neve.
I cammelli cominciano a scivolare e a inciampare: vuol dire che sotto i loro piedi non c’è più la morbida sabbia del deserto, nemmeno la solida pietra delle colline rocciose... I tre Re Magi capiscono che hanno perso la strada.

Nella tormenta di neve si non ci si riesce ad orientare.
Dove si trovano? Chi lo sa?

 

I tre Re Magi decidono di fare una sosta e piantano le loro tende vicino a una fontana, così possono abbeverare i cammelli. Sulla fontana fa la guardia un leone, che dà loro il benvenuto:
- Anche io vengo da lontano…

I tre Re Magi partiranno domani, ma non vogliono andarsene prima di avere fatto i loro auguri e portato i loro doni ai bambini del paese.

- Baldassarre, tira fuori la ricetta segreta!

- Melchiorre, accendi un fuoco!

- Gaspare, impasta, modella, cuoci!

 

I tre vecchi Re Magi lavorano tutta la notte e un profumo delizioso avvolge il paese.

Di primo mattino risalgono in groppa ai cammelli e fanno il giro di tutte le case. I cammelli sono alti alti e hanno il collo lungo lungo. Arrivano fino ai balconi e ai davanzali delle finestre e lasciano un pacchettino per ogni bambino. Poi la carovana è pronta a ripartire.

 

Quella mattina, aprendo il pacchettino, i bambini trovano dei dolcetti a forma di cammello.

Da quel giorno, a Bedero, nel circondario e in tutta la provincia di Varese, il giorno dell’Epifania si festeggia con i cammellini di pasta sfoglia. 

È la ricetta segreta di Baldassarre!

 

Qui la versione scaricabile e stampabile

5 gennaio 2024, Laura V.